online store for every kind of maker

Layfomm40, il primo materiale viscoelastico per la stampa 3D

Layfomm40, il primo materiale viscoelastico per la stampa 3D

Da bambini giocavamo con le macchinine che cambiavano colore se immerse in acqua o con le bambole che si abbronzavano al sole (almeno noi di una certa età…). Oggi abbiamo il Layfomm40, l’ultima novità ideata da un ingegnere tedesco di nome Kai Party, già passato alla storia per aver inventato la PORO-LAY line, un materiale poroso e flessibile adatto alla stampa 3D.
Anche il Layfomm40 può essere usato sotto forma di filamento per stampanti 3D. A differenza della PORO-LAY line, però, appena stampato appare rigido come la resina, per diventare morbido e flessibile come una spugna se immerso in acqua per due o tre giorni.
Come fa? Bella domanda. Intanto si tratta di un materiale costituito da un polimero di gomma elastomerica e da una componente di alcol polivinilico (PVA), nota, tra le altre cose, per essere idrosolubile. Questo significa che, una volta che l’oggetto di Layfomm40 viene immerso in acqua, la sua componente in PVA si scioglie lasciando spazio al polimero di gomma, che, per sua natura è elastico.

Non ci credete? Date un’occhiata a questo video.

Fiko, vero? La caratteristica del Layfomm40 è la cosiddetta viscoelasticità, una grande innovazione nel campo della stampa 3D, poiché consente ai nostri oggetti stampati di essere sia viscosi, e quindi capaci di resistere a sforzo e deformazione, sia elastici, in grado, cioè, di tornare al loro stato iniziale dopo essere stati deformati.

I filamenti di Layfomm40 possono essere stampati tra i 220 e i 230 gradi e non necessitano di una superficie di stampa riscaldata. Va ricordato, tuttavia, che ogni stampante è leggermente diversa dalle altre e perciò la temperatura consigliata può variare di più o meno 5 gradi. E ancora: gli oggetti stampati con il Layfomm40 non sono nocivi e quindi sono idonei per contenere alimenti. Occhio però, per quanto abbiamo detto prima, a non riempirli di liquidi come acqua, oli, inchiostri, glicerina, soluzioni saline, eccetera eccetera eccetera.

Ecco infine qualche consiglio su dove acquistare i filamenti di Layfomm40:
MatterHachers.com
3dprima.com
Formfutura.com

0 Commenti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Non c'è bisogno del permesso di nessuno per fare grandi cose. Massimo Banzi