controllare la temperatura con Marlin: costruire una stampante 3D
online store for every kind of maker
Lo staff MakerZONE va in vacanza!
Continuate pure a fare acquisti serenamente, ma tenete presente che il servizio di consegna verrà riattivato il 31 agosto 2018. A presto e buone vacanze!

Costruire una stampante 3D: controllare la temperatura con Marlin

Costruire una stampante 3D: controllare la temperatura con Marlin

firmware-marlin-controllare-temperatura

In questa quinta puntata, continuiamo a lavorare al settaggio delle impostazioni fondamentali nel file configuration.h, in particolare ci focalizziamo sul controllare la temperatura con Marlin.

Scegliere il termistore
Come per la scelta della scheda madre, dobbiamo scegliere da una lista quale termistore utilizziamo per la lettura delle varie temperature per gli estrusori e per il piatto di stampa: scegliendo il numero sbagliato non sarà impossibile rilevare la temperatura, solo la rilevazione sarà un po’ falsata. Se vogliamo avere il pieno controllo, scegliamo lo stesso correttamente. Potremmo trovarci con una configurazione del genere:

#define TEMP_SENSOR_0 1
#define TEMP_SENSOR_BED 1

In questo esempio SENSOR 0 rappresenta il primo estrusore e SENSOR BED è il piano riscaldato. Se non volessimo per qualche motivo leggere i dati per dell’hardware che comunque è montato, possiamo utilizzare il valore zero per disabilitare la lettura come in questo esempio:

#define TEMP_SENSOR_1 0

La temperatura minima
Dobbiamo settare una temperatura minima per poter capire ad ogni avvio che il termistore funzioni; dovrebbe comunque già essere settato su 5 gradi (il valore di default). Le unità sono in gradi Celsius quindi siamo a posto. Così:

#define HEATER_0_MINTEMP 5
#define BED_MINTEMP 5

La temperatura massima
In base al vostro progetto, l’estrusore ha una temperatura massima alla quale può resistere, superata la quale il tutto comincia a rovinarsi: gli estrusori con guide in PTFE come il J-Head potrebbero rovinarsi sopra i 240 gradi.
Per quanto riguarda la temperatura del PID teniamo i valori di default e, nel caso, faremo un approfondimento più avanti.
Teniamoci un margine, perché il sistema prima scalda e poi controlla, quindi una buona scelta può essere:

#define HEATER_0_MAXTEMP 230
#define BED_MAXTEMP 120

La “dangerous extrusion”
Per una ragione di sicurezza esiste un comando – da lasciare attivo – che non permette al motore dell’estrusore di spingere materiale verso la punta se non è caldo abbastanza da essere sciolto. Questo è importantissimo, perché il tutto si romperebbe molto velocemente. Qui settiamo poi anche la temperatura minima che deve essere superata prima di cominciare ad estrudere e un altro comando di sicurezza, da lasciare attivo.

#define PREVENT_DANGEROUS_EXTRUDE
#define EXTRUDE_MINTEMP 170
e
#define PREVENT_LENGTHY_EXTRUDE

Qui trovate il link alla Minitronics V1.1 e alla Megatronics V3.1 nel nostro piccolo store: sono entrambe schede che utilizziamo per le nostre stampanti 3D, ci troviamo benissimo e le loro caratteristiche valgono la lettura.

Per comodità, ecco qui i link a tutti i post pubblicati fino ad ora di questo minicorso:

Costruire una stampante 3D: guida al firmware Marlin, parte prima
Costruire una stampante 3D: la scheda, Marlin e l’Arduino IDE
Costruire una stampante 3D: configurazioni generali Marlin
Costruire una stampante 3D: l’indispensabile arma dei commenti nel codice
Costruire una stampante 3D: controllare la temperatura con Marlin
Costruire una stampante 3D: come configurare gli endstop?
Costruire una stampante 3D: capire la direzione dei motori stepper
Costruire una stampante 3D: configurare gli assi

Alla prossima!

0 Commenti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Non c'è bisogno del permesso di nessuno per fare grandi cose. Massimo Banzi