online store for every kind of maker

Costruire una stampante 3D: configurazioni generali Marlin

Costruire una stampante 3D: configurazioni generali Marlin

configurazioni-generali-marlin

Per creare un nuovo progetto (dop aver fatto un backup dell’esistente come spiegato nel precedente articolo “La scheda, Marlin e l’Arduino IDE“) dobbiamo creare una cartella con tutti i files Marlin, il cui nome sarà lo stesso del file di progetto (la desinenza può essere .ino oppure .pde) da aprire con l’ambiente di sviluppo.
Ad esempio, per la nostra nuova stampante, apriamo il file mini_banana.ino nella cartella mini_banana (da qualche tempo stiamo fantasticando sul chiamarla Mooffa, un’idea per me spettacolare di un mio geniale amico).
Aprendo questo file nell’ambiente compariranno tutti i files che il progetto include, che solitamente hanno desinenza .h.
Tutto il nostro lavoro si svolgerà nel file configuration.h: apriamolo e cominciamo a sporcarci le mani con le configurazioni generali Marlin.

Velocità di comunicazione fra scheda e computer: il baudrate
Ci sono due velocità usate comunemente dal software di stampa 3d, 115200 e 250000. Per capire quale delle due è corretta basterà fare successivamente una prova (per ora verificate che la più alta sia decommentata, come nella porzione di codice qui sotto).

#define BAUDRATE 250000
//#define BAUDRATE 115200

Definire la scheda madre
Appena sotto la riga che riporta #define MOTHERBOARD nel file è presente già una lista di schede elettroniche compatibili, ci basterà cercare la nostra (la 33) e completare la riga con il numero corretto.

#define MOTHERBOARD 33

verificando che tutte le altre siano commentate come abbiamo imparato con nell’articolo precedente Costruire una stampante 3D: l’indispensabile arma dei commenti nel codice.

Il numero di estrusori
Se utilizziamo più di un estrusore lo dobbiamo definire qui. Un piccolo appunto: non entriamo in questo articolo nei dettagli di configurazione per gli estrusori multipli, e per ora ci comportiamo come se ne avessimo uno solo.

#define EXTRUDERS 1

Qui trovate il link alla Minitronics V1.1 e alla Megatronics V3.1 nel nostro piccolo store: sono entrambe schede che utilizziamo per le nostre stampanti 3D, ci troviamo benissimo e le loro caratteristiche valgono la lettura.

Per comodità, ecco qui i link a tutti i post pubblicati fino ad ora di questo minicorso:

Costruire una stampante 3D: guida al firmware Marlin, parte prima
Costruire una stampante 3D: la scheda, Marlin e l’Arduino IDE
Costruire una stampante 3D: configurazioni generali Marlin
Costruire una stampante 3D: l’indispensabile arma dei commenti nel codice
Costruire una stampante 3D: controllare la temperatura con Marlin
Costruire una stampante 3D: come configurare gli endstop?
Costruire una stampante 3D: capire la direzione dei motori stepper
Costruire una stampante 3D: configurare gli assi

Alla prossima!

6 Commenti

  1. valentino 22 giugno 2018 Reply

    Buongiorno ho letto con interesse come configurare il Marlin.
    Sepossibile vorrei gentilmente sapere come posso fare per comandare il motore dell’estrusore da un altro
    “canale” della scheda GT2560.
    Cerco di spegarmi meglio, adesso sulla scheda ho collegato i 3 assi XYZ piu l’estrusore.
    L’strusore è collegato al connettore ext1 mentre il connettore ext2 rimane libero.
    Ho problemi con il ext1, ha smesso di funzionare e non gira più il motore.
    Ho fatto varie prove spostando i connettori di altri motori, ma qualsiasi motore collegato al ext1 non gira.
    Vorrei provare a far pilotare il motore dell’estrusore dal morsetto ext2, come posso fare? devo modificare il fFW oppure è sufficiente
    spostare il morsetto del motore da ext1 a ext2 ?
    Spero di essere stato chiaro, grazie per l’attenzione arrivederci.

    • Author
      Boss 22 giugno 2018 Reply

      Buongiorno Valentino, eccoci qui! Non ho esperienza diretta della GT2560 è questa della Geeetech? Spero di essere utile, anche se ho poco da dire. Credo che le strade siano due: la prima è quella di verificare che nel configuration.h il secondo estrusore sia abilitato e configurato (guarda in questo caso nelle wiki della scheda); la seconda è quella, dopo aver collegato tutto all’EXT2, di settare nello slicer due estrusori e dire di usare il secondo.. Più da duri invece provare a “scambiare” nel file dei pin (mi pare sia proprio pin.h) i pin da EXT1 a EXT2 e viceversa, ma è davvero estremo :-).
      Buone prove, spero di essere stato utile, almeno un pochino! Ciao!

  2. valentino 22 giugno 2018 Reply

    Grazie per la veloce e chiara risposta !

  3. valentino 22 giugno 2018 Reply

    Si la scheda è della geeetech

  4. Sergio 4 luglio 2018 Reply

    Buongiorno, ho appena configurato Marlin e caricato su Arduino. Sembra essere andato a buon fine, ma il display LCD rimane sempre con lo sfondo acceso fisso. Cosa può essere?

    • Author
      Boss 9 luglio 2018 Reply

      Buongiorno, eccomi qui, appena rientrato! Ho poche info e, in generale, non so se posso essere utile.. ci provo! Detto così sembra che all’LCD corrente arrivi, ma che non arrivino i corretti segnali o fisicamente (magari ci sono uno o più pin difettosi, lato scheda o lato LCD) o a livello di codice: qui potrebbe o non essere implementata correttamente la libreria per lo schermo oppure, per qualche motivo che non sapremo mai – solitamente questa parte non si tocca – , configurati male i pin (tipo nel file pin.h oppure configuration_adv.h). Spero riesca a risolvere, buona estate intanto!
      Marco

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Non c'è bisogno del permesso di nessuno per fare grandi cose. Massimo Banzi